Progetto Radiologico

Il 15 febbraio presso l’Ospedale di Diofior, alla presenza della autorità locali e della stampa, è stata inaugurata un’apparecchiatura radiologica mobile che permetterà di portare avanti in maniera considerevolmente più efficiente e capillare il lavoro di controllo, prevenzione e cura della TB realizzate nel corso del precedente triennio.

La radiologia è una metodica essenziale per la prevenzione.  Rende infatti possibile la diagnosi di TB anche in assenza di agente eziologico nell’espettorato e ne previene quindi la contagiosità. Nel caso specifico è da sottolineare come la “mobilità” dell’apparecchiatura sia uno strumento fondamentale per poter gradualmente risolvere i problemi locali legati alle lunghe distanze che la popolazione deve percorrere per arrivare ai centri sanitari e al costo che tali trasferimenti comportano.

Il progetto è stato realizzato in partnership con “Yungar per la pace” con il finanziamento della Fondazione Monzino ed ha ovviamente comportato la formazione tecnica del personale sanitario locale. Nella settimana successiva al lancio del progetto radiologico e all’annuale supervisione delle attività, si è tenuta la terza edizione del corso di formazione per medici italiani interessati alla cooperazione.