Primo anno di progetto: 2013

Il primo anno di progetto si è concluso con ottimi risultati.

Nel mese di febbraio 2014 si è svolta la supervisione delle attività di lotta contro la TB a livello comunitario e si è tenuta la riunione di valutazione delle attività di progetto con le agenti comunitarie, gli infermieri, i medici del distretto sanitario di Dioffior e Stop TB Italia.

Si sono presentati i risultati dell’anno precedente e distribuiti gli incentivi economici per aver raggiunto l’obiettivo annuale, cioè la scoperta di almeno un caso in più rispetto all’anno precedente.

Dal 2012 al 2013 si è infatti registrato un aumento del 26% del tasso di scoperta dei casi di TB (si è passati dal 45% al 56%) e un aumento del 23% del tasso di scoperta dei casi sputo positivo (si è passati dal 32% al 39%). Questi dati confermano l’aumento della capacità diagnostica nel distretto. C’è stato inoltre un aumento del 69% dei pazienti in supervisione terapeutica comunitaria, e un aumento del 643 % delle persone coinvolte dalle attività di informazione, educazione e comunicazione svolte dalle agenti comunitarie.

Oltre ai dati numerici, emerge una buona ricezione e considerazione delle attività di progetto, e in modo particolare delle attività delle agenti comunitarie; un apprezzamento espresso dai pazienti, beneficiari diretti, ma anche dagli infermieri delle 14 strutture sanitarie coinvolte e dalle figure cardini delle comunità rurali, come i capi villaggio e i rappresentanti religiosi. Il coinvolgimento capillare e attivo dell’intera comunità sta portando ad una crescita culturale e ad una maggiore sensibilizzazione dell’intera popolazione coinvolta.