Sudafrica

"Partiamo dai giovani"

Dal 2009 Stop TB Italia ha promosso un progetto triennale (che si è poi esteso sino al 2014) a sostegno della comunità di Gugulethu, baraccopoli a 25 Km da Città del Capo in Sudafrica, dove la tubercolosi è molto diffusa e spesso aggravata dalla coinfezione con HIV.

L’intervento si è articolato in due direzioni: il miglioramento delle condizione di vita dei bambini ammalati di TB e la ristrutturazione della clinica locale. Va ricordato che le condizioni di malnutrizione impediscono l’assimilazione corretta dei farmaci, soprattutto nei bambini. Quindi la possibilità di avere un pasto caldo e seguire una corretta alimentazione sono elementi essenziali per una corretta cura e guarigione.

La costante collaborazione con Yizani Sakhe, ONG presente sul territorio, e con la clinica locale ha conseguito ottimi risultati: la diminuzione della mortalità e della perdita di pazienti durante il trattamento hanno consentito di raggiungere un tasso di guarigione del 91.1 %.

Tra le varie attività espletate ricordiamo anche gli incontri informativi sulla TB con la popolazione, la distribuzione di materiale informativo, l’organizzazione di campagne di sensibilizzazione porta a porta, il rifornimento di abbigliamento e uniformi scolastiche, i gazebo per eseguire l’esame batteriologico per la diagnosi della TB e il test per l’HIV.

Al finanziamento del progetto ha contribuito anche la le prima campagna di raccolta fondi online organizzata da Stop TB sulla piattaforma Buonacausa.org.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someone