Premio Virchow 2022 premiazioni e motivazioni

30/05/2022

Alla seconda edizione del nostro concorso letterario sono pervenuti dodici racconti, scritti da ex ammalati e operatori sanitari, e anche quest’anno ci siamo trovati in forte imbarazzo nel decidere a chi assegnare il premio.

Tuttavia, con approfondito confronto tra i membri della giuria, composta da Marzia Biraghi, responsabile instancabile e insostituibile dei volontari della associazione, Michela Gattermayer, giornalista, Lucio Casali pneumologo, Giuliana Torre psichiatra e Giorgio Besozzi, Presidente di Stop TB Italia, siamo giunti alla seguente conclusione:

Il primo premio viene assegnato ex-aequo a Valeria Tonini, per la freschezza del racconto che, dipingendo il quadro di una famiglia unita, attenta e solidale, trasmette quei requisiti di tatto, positività e sensibilità che sono basilari per chi vive l’esperienza della malattia, e dove emerge l’aspetto sociale teorizzato da Virchow a cui il premio è intitolato; e a Gloria Mantegazza, con “Dialogo con te” per il taglio atipico, un racconto quasi poesia, intimo, a tratti doloroso ma pieno di vita. Una breve, intrigante proposta letteraria.

Ma non è finita qui, come sapete già lo scorso anno è stato proposto un premio “della critica” istituito per “disperazione”, tanti erano gli elaborati che meritavano attenzione e riconoscimento.

Quest’anno il premio della critica è stato assegnato a “Una luce sulla montagna” di Martina Ferlisi. La montagna incantata che emoziona, coinvolge, e trascina il lettore in una storia umana e appassionata. Si sente “Sondalo” dietro, e perciò, essendo di parte, l’ho votato con tutto il cuore. Grazie Martina.

Fuori concorso per palese conflitto di interesse, ma meritevole di menzione particolare, “L’Ambrusin e la Teresina”, di Wilma Viganò, la nostra “communicator”, la nostra volontaria che scrive, la nostra colonna che risolve problemi e che, con il suo racconto, ci fa rivivere l’hinterland milanese anni 60, ci fa sentire giovani, ci fa capire quanto differenti ora siamo. E non necessariamente migliori. Grazie Wilma.

Potrete leggere questi racconti a breve sul nostro sito ma anche su FB dove verranno pubblicati a cadenza settimanale.

Cerca


Newsletter

accetto la privacy